Nostri Studenti all’Erasmus per imparare la cucina

Leggi articolo Gazzetta di Mantova

MANTOVA. Il Comune di Mantova si è aggiudicato un finanziamento europeo di 809mila euro per il suo progetto Erasmus+ che consentirà a 240 studenti di dodici istituti alberghieri delle province di Mantova, Brescia, Cremona e Bergamo di svolgere l’anno prossimo importanti stage di formazione all’estero. Il progetto è nato nel 2017 durante l’European region of gastronomy che ha visto le città dell’est Lombardia coalizzarsi per valorizzare le loro eccellenze gastronomiche e, insieme, i loro territori.

Le tre scuole mantovane coinvolte sono il Bonomi Mazzolari di Mantova, l’Istituto Giovanni Falcone di Asola e l’istituto Greggiati di Ostiglia. Il viaggio all’estero servirà agli studenti anche ai fini dell’Alternanza scuola-lavoro, all’interno di aziende del settore nelle quali possano perfezionare le loro competenze professionali e acquisire competenze linguistiche, oltre a lavorare in contesti internazionali che possono dar loro elementi di crescita e di sviluppo da riportare sul territorio di origine.

 Soddisfatta l’assessore all’università e ai progetti europei, Adriana Nepote: «È una grande soddisfazione l’esito positivo del progetto Cooking4EU. Nell’ideare questo progetto, il Comune ha voluto da una parte capitalizzare il lavoro e le relazioni create durante l’anno della European Region of Gastronomy e dall’altra offrire una importante opportunità di crescita professionale ai ragazzi dei 12 istituti alberghieri. Importante sottolineare che questo progetto garantisce anche la partecipazione degli studenti con minori opportunità e con bisogni speciali, e in questo senso ci sono oltre 70 posti da assegnare per questi ragazzi. Il nostro è il progetto approvato più grosso in assoluto a livello nazionale con 809mila euro. A livello nazionale sono stati candidati 402 progetti. Nella sola Lombardia ne sono stati presentati 37, di cui nove finanziati. Il nostro si colloca al quinto posto con un punteggio di 96 su 100».

 I Paesi di destinazione dei ragazzi, che partiranno tra maggio e dicembre 2020 (i neodiplomati tra settembre 2020 e maggio 2021), sono: Regno Unito (Londra e Bristol), Irlanda (Kerry), Spagna (A Coruna e Valencia), Portogallo (Braga), Germania (Lipsia), Paesi Bassi (Amsterdam) e Grecia (Atene).

Per 180 studenti delle classi quarte (le attuali terze) lo stage all’estero durerà un mese (nell’estate 2020); 40 posti sono riservati a studenti con minori opportunità (disagio economico, difficoltà di integrazione, basso rendimento scolastico, rischio drop out, ecc.) e 14 posti a studenti con bisogni speciali (ipovedenti, disturbi cognitivi lievi). Gli insegnanti che li accompagneranno saranno 22. Sessanta posti saranno riservati ai neodiplomati: per loro tre mesi di stage tra settembre 2020 e maggio 2021. Quindici posti sono riservati a studenti con minori opportunità e tre a studenti con bisogni speciali.

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.